Sei qui: > Bibliografia diario incidenti >> Incidenti anno 1997

SEGUE DIARIO DI INCIDENTI, FUORI SERVIZI E COSE VARIE ACCADUTE AL PETROLCHIMICO DI P.MARGHERA

ANNO 1997

01/01/97
Black out elettrico agli impianti nord del petrolchimico, una quantità imprecisata di acetilene sfiaccola con la produzione di fiamme e fumo.
02/01/97
Incidente alla Banchina 3, durante le operazioni di carico di cumene un contenitore si rovescia sulla tolda della nave e la sostanza va a finire in mare.
09/01/97
Inchiesta amianto aperta dal giudice Casson nei confronti di molte aziende della nostra zona che hanno esposto gli operai agli effetti del materiale cancerogeno. L'indagine parte da un esposto fatto dall'associazione AEA; tra le ditte indagate troviamo anche l'Fnichem. Dopo che sui giornali compare la notizia molti reparti ormai chiusi da molti anni del petrolchimico vecchio vengono recintati e alle recinzioni vengono apposti cartelli che indicano la presenza di amianto.
16/01/97
Ore 18:50 - Reparto CR 1/3 - Dichiarato fuoriservizio per 3 minuti. In fiaccola è andata a finire una tonnellata di idrocarburi. Causa l'intervento su di un regolatore di portata sul riciclo dell'acqua.
17/01/97
Ore 7:30 - CR 1/3 - L'arresto del compressore del ciclo frigorifero a propilene causa fuori servizio con emissione in torcia di 20 tonnellate di idrocarburi. La sfiaccolata con fumata nera dura circa 30 minuti.
20/01/97
Enichem blackout elettrico impianti Nord. Ore 11:40. Reparto ACl 1.200 mc/h di acetilene sono stati brucianti. Reparto AM6. Sono usciti da una guardia idraulica per circa 2 minuti emissioni di ossidi di azoto.
15/03/97
Montefibre - Reparto AT2 - Grave incendio causato da mancata manutenzione, coinvolge depositi di fibre acriliche. La lunga nuvola nera carica di prodotti tossici si dirige verso la riviera del Brenta. Ci vorrà l’intervento dei Vigili del Fuoco esterni per domare molte ore dopo l'incendio. Si scatenerà nei giorni successivi una grande polemica tra chi minimizza (sindacati e azienda) e nega la tossicità della nube e chi invece denuncia i pericoli ed i ritardi che mettono in serio pericolo oltre che i lavoratori anche le popolazioni limitrofe. (associazioni ambientaliste ed enti pubblici). Casson aprirà un’indagine e poi rinvierà a giudizio alcuni manager che due anni dopo patteggeranno la pena.
19/04/97
Ore 23:45. Reparto CR 1/3 - Fuoriservizio di una valvola di antipompaggio compressore causa sfiaccolata con nuvolone nero per 35 minuti. Finiscono in fiaccola 24 tonnellate di idrocarburi.
29/07/97
Doppia foratura e nube tossica sulle tubazioni aeree che portano prodotti dall'A55 al TDI. II gocciolamento di soda soluzione da una tubazione difettosa crea la rottura della sottostante tubazione di acido nitrico, che a sua volta fuoriesce creando una nube di vapori nitrosi. La nube trasportata dal vento coinvolge più reparti distanti centinaia di metri. Due lavoratori del Parco Serbatoi ovest che presentano leggeri segni di intossicazione si rivolgono alle cure dell'infermeria interna.
22/08/97
Esce un comunicato delle RSU del Petrolchimico nel quale viene denunciato che nelle ultime settimane si sono verificati una serie di infortuni nelle varie società all'interno del petrolchimico. Viene inoltre detto che anche se non hanno avuto caratteristiche di estrema gravita sono il segno evidente che, nonostante la dichiarata volontà delle varie direzioni aziendali di affrontare e prevenire incidenti, c'è un clima negativo nella gestione dello stabilimento. sicuramente si riferiscono, tra gli altri, ad un infortunio avvenuto pochi giorni prima all’ACI dove non avendo rispettato le procedure un operaio si è scottato un braccio.
11/08/97
Incidente mortale alla Banchina 33. Un lavoratore delle banchine completando le operazioni di carico di una nave, sgancia la manichetta mal bonificata e viene investito dal benzolo; muore quasi subito.
08/10/97
Ore 13. Foratura di una tubazione di gas povero (gas di scarto degli impianti che viene bruciato nelle centrali interne), intervengono i vigili del fuoco interni e lavorano fino alle 17 per tamponare la falla. Quanto gas sarà uscito? Nei giorni successivi i reparti collegati alla tubazione sono costretti a ridurre di carico (diminuire la produzione).
14/10/97
Camini del Petrolchimico sotto sequestro. Sui quotidiani locali esce con molta evidenza questa notizia; il gip Ramacci emette un provvedimento di sequestro condizionato (senza fermata dell'impianto) nei confronti di 22 camini dello stabilimento multisocietario nell’ambito di un'inchiesta sull'inquinamento atmosferico. Dagli articoli traspare un giudizio del gip che in pratica afferma che quasi tutti gli stabilimenti sono fuori norma rispetto alle leggi. Come la mettiamo con le dichiarazioni delle industrie che da anni affermano di essere sotto i limiti per le emissioni atmosferiche?
16/10/97
Prove generali di emergenza allo stabilimento Enichem di Porto Marghera. Alla prova vengono invitati come al solito giornalisti ed autorità, è la solita "operazione immagine". Viene simulata la perdita di sostanze tossiche (in questo caso Ammoniaca) da un circuito del Parco Serbatoi. Dai resoconti, alcuni giornalisti vengono colpiti da particolari puramente estetici e scenografici, come ad esempio i nuovi caschi dei vigili interni simili a quelli di formula 1; nessuno si accorge che gli allarmi acustici interni dei reparti coinvolti dalle prove e le sirene generali non hanno funzionato. Fatto gravissimo in quanto se si fosse trattato di una vera emergenza e non di una simulazione, i lavoratori non sarebbero stati allertati e non avrebbero potuto mettersi al sicuro! È da osservare inoltre che non tutti i reparti che rientravano nel cono dell’espansione del gas tossico hanno effettuato la prova di allarme, come ad esempio i reparti AC che erano in periodo di manutenzione e la Scuola Aziendale alla quale si tenevano dei corsi.
27/10/97
E la sfiga continua!" Questo è il commento di alcuni lavoratori alla giornata, infatti si verificano due eventi nella mattinata. Alla banchina solidi durante le operazioni di carico di una nave un fusto di Tedimon si lesiona. Si rifora di nuovo la tubazione aerea che porta acido nitrico dagli AS al reparto TDI; è la stessa tubazione foratasi il 29/07/97. Verso le ore 12:20 le strade intorno vengono chiuse al traffico e i vigili del fuoco intervengono con barriere d'acqua per bloccare o arginare i vapori nitrosi. È solo sfortuna o la linea è vecchia tanto da aprirsi due volte in neanche due mesi??