Sei qui: > Bibliografia diario incidenti >> Incidenti anno 1999

SEGUE DIARIO DI INCIDENTI, FUORI SERVIZI E COSE VARIE ACCADUTE AL PETROLCHIMICO DI P.MARGHERA

ANNO 1999

08/01/99
Ore 13:57 - Reparto CV24 - Nuova fuga di CVM. Questa volta cede una guarnizione di un'autoclave, l'allarme interno rientra alle 14:02. La Protezione Civile viene avvertita alle 14:15.
13/01/99
Vertice un Prefettura sulle ultime fughe al Petrolchimico. Le Autorità Pubbliche vogliono essere prontamente informate sugli incidenti. Enichem ha presentato una proposta per "un allertamento rapido con informazioni dettagliate" che permetta d’intervenire in tempo in caso d'incidenti che rappresentino un effettivo pericolo per la popolazione.
14/01/99
Ore 8 - Reparto CV23 - Manutenzione del combustore. Durata delle operazioni dichiarate 4 ore. Gli sfiati dell'unico reattore in marcia sono stati deviati allo sfiato di emergenza E13.
20/01/99
Ore 15 - Reparto AM6 - colorazione dei fumi dovuta alla variazione dei parametri di regolazione. Tempo dichiarato 15 minuti
25/01/99
Ore 7:15 - Reparto CV24 - Fuga di CVM . La fuga è stata causata dalla foratura della candela di raffreddamento di un'autoclave. Le informazioni date dall'azienda non sembrano convincere Provincia e sindacati. Non ci sono dati sulla quantità di CVM fuoriuscita. Successivamente da valutazioni postume sembra siano usciti 10 kg del cancerogeno.
28/01/99
Ore 9 - Reparto CR 1/3 - Prove di funzionamento torce, durata 2 ore, emissioni di solo vapore.
06/02/99
Ore 15:55 - Reparto CR 1/3 - In torcia circa 3 tonnellate di gas di processo, per circa 30 minuti. Problemi di regolazione della colonna C203 (demetanatore).
09/02/99
Ore 8 - Reparto Logistica - Fuori servizio del termocombustore catalitico delle emissioni provenienti dalle rampe di carico (camino n0743). Durata del malfunzionamento 24 giorni. (!?)
09/02/99
Ore 21 - Reparto C523 - Un'infiltrazione d'acqua attraverso una guaina ha mandato in tilt un trasformatore e l'intera stazione n04 con principio d'incendio presso l'impianto CS. Il fatto ha provocato un black out su tutto il Petrolchimico nuovo e molti impianti sono andati in fuori servizio (TDI, CS, CV, CR) ; Notevoli quantità di prodotti che erano in lavorazione sono andati a finire in fiaccola. Quali e quanti prodotti sono stati rilasciati in atmosfera? Gli impianti sono stati fermi 24 ore. Le fiaccole hanno bruciato molte tonnellate di prodotti e la Provincia si ritiene insoddisfatta delle notizie fornite dall'azienda e chiede chiarimenti.
15/02/99
Ore 14:30 - Reparto CR 1/3 - In torcia mezza tonnellata di metano dovuto a problemi ancora da stabilire.
20/02/99
Vigili Provinciali e Corpo Forestale dello Stato denunciano Enichem per depositi di rifiuti non autorizzati all'interno del Petrolchimico, Nelle vicinanze dell'ex impianto CV 15 erano state scavate buche e vi era stato versato dentro rifiuti non meglio precisati senza alcuna autorizzazione.
24/02/99
Ore 12 Reparto CV24 - Piccola fuga di CVM da una tasca termometrica sul reattore n013 (nuovo) segnalata dallo spettrometro di massa. Modifica meccanica sulla tasca anche sul reattore n. 12.
05/03/99
Prove di allarme all'esterno della fabbrica. Alle ore 12:30 suonano le sirene per allertare la popolazione su un possibile rischio chimico. Le prove verranno ripetute anche nei giorni successivi
08/03/99
Ore 11:20 - Reparto AM6 - Fuoriuscita da una condotta di anidride solforosa allo stato liquido. A contatto dell'aria il prodotto ha causato una nube. Otto lavoratori sono rimasti intossicati (irritazione alle vie respiratorie e agli occhi). Cinque di questi operai si trovavano all'interno di una sala quadri e l'impianto di aspirazione dell'aria ha catturato parte della nube e l'ha trasferita all'interno.
08/04/99
L'impianto inceneritore dei fanghi industriali 5G31 della società Ambiente S.p.A. è fuorilegge! Lo ha deciso Ta Corte di Cassazione che ha dato ragione al PM Ramacci che il 21 maggio 1998 aveva chiesto il sequestro dell'impianto del Petrolchimico perché sprovvisto di camera di post combustione per il lavaggio dei fumi. La società dovrà mettersi in regola ed adeguare l'impianto pena la chiusura dell'impianto. Durante la sua indagine iniziata nel 1996 sull'inquinamento atmosferico, Ramacci, ha fatto controllare 1200 camini; 24 aziende sono risultate fuorilegge e sono stati rilevati 63 reati formali (mancanza di autorizzazioni), alcuni impianti sono stati smantellati, altri sono stati rinnovati e quasi tutte le società hanno preferito pagare le oblazioni. Reati estinti, dunque, e niente processi. I controlli comunque, non sono ancora finiti. Le ciminiere di P.Marghera sono ancora sotto osservazione.
Anche Marghera dovrà adeguarsi alla Direttiva Seveso 2. Lo afferma Corrado Clini Direttore del Ministero dell'Ambiente, infatti la direttiva è stata recepita da un decreto legislativo. Porto Marghera con i suoi 9 impianti industriali ad alto rischio d'incidente rilevante, ricade interamente in questo decreto; le aziende dovranno redigere documenti nei quali dichiarano i rischi e le misure adottate per prevenirli; sono previste visite ispettive annuali e il coinvolgimento attivo della popolazione in caso di realizzazione di nuovi impianti a rischio.
23/04/99
Emergono nuove zone contaminate da rifiuti industriali. Durante lavori per la sistemazione delle fognature al Villaggio S.Marco a Mestre emergono terre puzzolenti e con strane colorazioni. Interviene la Magistratura che apre un'inchiesta.
24/04/99
Ore 17:03 - Reparto CV24 - Fuga di CVM dalla polimerizzazione vicina al reattore n.5. Quantità stimata TOO gr di CVM. Causa della fuga mancata tenuta della valvola a sfera tra autoclave e sistema del telescopio di lavaggio. L'azienda comunica che si e trattato di una modesta quantità senza conseguenze per lavoratori. Forse è vero ma gli incidenti in questo reparto continuano con una frequenza molto sospetta.
Ore 15:O5 - Reparto CR 1/3 - Malfunzionamento del compressore P211 (ciclo frigorifero propilene). Invio in torcia di circa 30 tonnellate di mix etilene -propilene - etano. Tempo stimato 20 minuti.
29/04/99
Ore 16 - Reparto Butadiene - Invio in torcia dei gas di bonifica dell'impianto per manutenzione delle reti utilities. Periodi interessati dalle 16 alle 24 e dalle 10 alle 20 del 30/4/99.
05/05/99
Ore 22 - Reparto AM4 - Fuga di Ammoniaca che coinvolge il quartiere di Malcontenta. Un fulmine ha mandato in tilt 1'impianto dell'ammoniaca e solo due ore dopo Enichem ha avvertito la Protezione Civile. Sono stati i cittadini di Malcontenta alle 22:25 a tempestare di telefonate i Vigili del fuoco, poiché il forte ed irritante odore di gas aveva invaso il quartiere e molti cittadini erano usciti per strada. Ancora una volta il ritardo di segnalazione delle aziende alle Autorità pubbliche vanifica qualsiasi sistema di allertamento e mette a repentaglio la sicurezza e la salute dei cittadini. Come inevitabile partono ferocissime polemiche. Si viene a sapere che anche il comune di Mira è stato investito dalla nuvola di ammoniaca. Sembra che siano fuoriuscite circa 10 tonnellate di ammoniaca.
12/05/99
Ore 10:40 - AM14 - Fermata programmata del reparto. Invio in fiaccola per 15 secondi.
14/05/99
Ore 8 - Reparto CV22 - (manutenzione) Fuori servizio dell'analizzatore automatico di ossigeno. Durante il periodo di manutenzione si effettueranno analisi in discontinuo con frequenza settimanale.
24/05/99
Ore 8 - Reparto CV23 - Deviazione degli sfiati al camino E13 per procedere alla manutenzione sul termocombustore relativo al camino E79. Durata delle operazioni circa 24 ore, 1'impianto è a carico ridotto per minimizzare le emissioni.
31/05/99
Ore 15:05 - Reparto CR 1/3- Fuori servizio causato dal blocco del compressore P205 ha fatto finire in torcia per molte ore (fino alle 20) un’ingente quantità di gas d'idrocarburi in circolazione nell'impianto. Fuoco e fumo nerastro in fiaccola ma un odore fastidioso e prurito alla pelle e bruciore agli occhi è stato denunciato da diversi cittadini di Marghera. Sessanta tonnellate di etano - etilene - metano sono finite in fiaccola.
04/06/99
Ore 12:30 - Reparto F02 - Incidente alla colonna C504 (distillazione Acido Fluoridrico) intasata e successivamente stasata con perdite di materiali lungo l'asta fognaria fino allo scarico di ossidi di ferro nel canale Lusore attraverso lo scarico SM2.
07/06/99
Ore 11:40 - Reparto Logistica - Spargimento di olio combustibile dalla motonave Omella presso la banchina 1 nel canale Industriale Ovest. Intervento delle Guardie ai Fuochi intervenuti alle ore 11:50. Incidente risolto alle ore 16:30.
08/06/99
Ore 20:20 - Reparto CV22 - Apertura valvola di sicurezza sul filtro a carboni attivi D505 purificazione finale CVM. In candela (EIO) circa 900 Kg di CVM. Causa allarme di livello in colonna C504 ignorato dagli operatori. (Questa è la versione aziendale dell'incidente in parte taciuto che diventerà di dominio pubblico solo in data 12/06199).
08/06/99
Ore 12:15 - Reparto CR 1/3 - Invio in torcia di 2 tonnellate di etilene. Fenomeno protratto per circa 5 minuti. Causa: problemi al compressore P 207 (riserva del P 211), invio del vapore in torce è avvenuto manualmente con ritardo quindi e fuoriuscita dalle torce di incombusti e pulviscolo.
11/06/99
Con grande evidenza i giornali pubblicano articoli nei quali il direttore del Petrolchimico Raimondi afferma con estrema sicurezza: "Gli standard di sicurezza sono migliori di altre società chimiche che producono in Europa. Abbiamo un accordo con la Prefettura e con gli altri enti pubblici di segnalare qualsiasi evento che accade all'interno dell'area chimica il nostro è un sistema affidabile! .In una realtà complessa come P. Marghera. immaginare che non succeda nulla è pura utopia. L'evento accidentale è sempre possibile, ma rispetto ad altri paesi noi siamo all'avanguardia. Non bisogna fare allarmismo. Il rischio industriale? E' sotto controllo!" (affermazioni che vengono smentite dai fatti precedentemente citati. NdR)
11/06/99
Ore 9 - Reparto CV23 - Deviazione degli sfiati al camino E13 per procedere alla manutenzione sul termocombustore relativo al camino E79. Durata delle operazioni circa 5 ore, l'impianto è a carico ridotto per minimizzare le emissioni.
12/06/99
Gli stessi giornali che avevano dato spazio alle affermazioni del Direttore Raimondi il giorno prima rivelano che l'8/6/98 alle ore 20:20 al CV22 è fuoriuscita senza che nessuno allertasse nessuno una tonnellata di CVM puro dal camino spento. La sputtanata è evidente e non ha bisogno di commenti. Ma successivamente la polemica che si sviluppa fa emergere che oltre alla tonnellata emessa in atmosfera (qualcuno la considera innocua: sindacalisti vari, e industriali) nel forno inceneritore di reparto sono andate a finire altre tre tonnellate che nessuno aveva dichiarato. Parte inoltre la solita indagine della Magistratura.
16/06/99
Intorno alle 14:30 - Reparto CS 23 - Fuoriuscita di acque di condensa contenenti cloro gas. Cause imprecisate.
18/06/99
Ore 11 - Reparto AC 1 - Si sostituisce lampadina del quadro di controllo ha provocato black out elettrico e per mezz'ora l'acetilene del reparto è andato a bruciare in fiaccola. Quantità dichiarata una tonnellata.
23/06/99
Il Ministro dell'Ambiente Ronchi firma il decreto che obbliga EVC società proprietaria degli impianti di produzione del ciclo PVC/CVM a chiudere entro il 30 agosto e predisporre tutti i lavori per mettersi a norma, e che garantiscano la sicurezza di lavoratori e cittadini.
26/06/99
Reparto produzione Butadiene – ore 15 Manutenzione – Invio in torcia dei gas di bonifica dell’impianto per manutenzione straordinaria del reparto CR8. Il tutto è durato sino alle ore 24 del 26/06.
03/07/99
Reparto produzione Butadiene – ore 8 Manutenzione – Invio in torcia dei gas di bonifica dell’impianto per manutenzione straordinaria del reparto CR8. Il tutto è durato sino alle ore 6 del 4/7/99.
03/07/99
Reparto TDI – Il forno va in blocco per motivi non meglio precisati. Il reparto era dichiarato al minimo tecnico anche se qualcuno afferma che nei giorni precedenti la produzione era stata aumentata.
04/07/99
Ore 12:05 - Incidente – Reparto CR 1/3 - Un sovraccarico elettrico causa la fermata del compressore del ciclo frigo etilene P 216. Con invio in torcia per la durata di 1 ora e 45 minuti di idrocarburi. Vengono dichiarate 10 tonnellate di idrocarburi vari.
04/07/99
Reparto TD3 – ore 16:10, manutenzione – Forno inceneritore Peabody. Manutenzione caldaia produzione vapore. Avviato alle ore 8 il forno B502/1.
04/07/99
Nella notte tra domenica e lunedì Nei reparti dell’Ausimont avviene "piccola" fuoriuscita di acido fluoridrico. Due persone (tecnico di turno e guardiano) vengono medicati nell’infermeria interna. Sicuramente l’evento non ha serie conseguenze alle persone perché avvenuto di notte; i vetri delle finestre di diversi uffici vicini vengono danneggiati dalle goccioline dell’acido che è estremamente corrosivo.
05/07/99
Reparto Logistica. Da una valvola di una tubazione o di un serbatoio perdita non meglio quantificata di acido solforico.
Reparto FO2 – ore 0:30, incidente- Fuga da una flangia di un manometro di Acido Fluoridrico. La fuga ha attivato il sistema di rilevazione di reparto con l’attivazione delle barriere d’acqua; sono intervenuti gli operatori del reparto che hanno risolto il problema. L’incidente è stato causato dal degrado di una guarnizione di accoppiamento, l’azienda stima la perdita di acido Fluoridrico in 5 litri per cinque minuti.
06/07/99
Reparto produzione Butadiene – ore 8 Manutenzione- Invio in torcia di gas di bonifica per la manutenzione straordinaria del reparto Cr8 . Il tutto è durato fino alle ore 6 del 7/7/99
15/07/99
L’inceneritore SG 31 della società Ambiente è ancora fuori legge, su incarico del sostituto procuratore Ramacci, l’impianto è stato posto sotto sequestro preventivo. Per riprendere l’attività l’azienda dovrà mettersi a norma con ipost-combustori. L’impianto ha due bruciatori, il post combustore è stato installato solo su uno e gli manca ancora il collaudo; l’altro bruciatore è ancora sprovvisto di tale dispositivo. La vicenda ha il sapore e i tempi di una soap opera, si trascina ormai da più di un anno con un’azienda che si dimostra poco propensa a mettersi a posto con le leggi della repubblica italiana. E’ da ricordare che in tale impianto vengono inceneriti oltre ai rifiuti allo stato liquido o semiliquido prodotti dal petrolchimico, anche prodotti provenienti da tutta Italia ( e forse anche dall’estero).
15/07/99
Sempre il sostituto procuratore Ramacci ha ordinato un controllo sullo scarico SM15, i campioni di acque sono stati eseguiti dalla Guardia di Finanza. Nei prossimi giorni si dovrebbero avere i risultati. Ricordiamo che la scorsa estate lo scarico era stato posto sotto sequestro dalla magistratura.
16/07/99
Reparto CV23 – ore 8, manutenzione- Deviazione degli sfiati dei due reattori di ossiclorurazione al camino E13 a causa del fermo impianti (Ordinanza Ministero Ambiente) e quindi del termocombustore relativo al camino E79. Durata delle operazioni circa 48 ore.
20/07/99
Reparto CS 23 – ore 10, incidente – Sversamento di ipoclorito di sodio con invio nell’asta fognaria che convoglia le acque allo scarico in laguna SM15/6 . Fenomeno prodotto per 10 minuti. Quantità sversata sconosciuta (???).
22/07/99
Reparto AM4/6 – ore 9:21, incidente - Emissioni di ipoazotite dovuta alla variazione di alimentazione di ammoniaca al reparto per il riavvio dell’evaporatore dell’ammoniaca presso il reparto TD2.
23/07/99
Reparto CR1/3 – ore 11:55, incidente - Abbassamento della guardia idraulica in aspirazione del compressore P285. Invio in torcia di 1,5 tonnellate di idrocarburi vari. Durata delle emissioni dichiarate per circa 3 minuti.
28/07/99
Reparto CV23 – ore 12:30, manutenzione - Deviazione degli sfiati al camino E13 per procedere alla manutenzione del termocombustore relativo al camino E79. Durata delle operazioni circa 4 ore , l’impianto è a carico ridotto per minimizzare le emissioni.
30/07/99
Reparto CV25 – ore 11:48, incidente – Emissione fuori dai limiti (max74ppm = 190gr/metro cubo) durante prove di by-pass automatico dello slurry da strippare. Causa montaggio non corretto di due valvole a tre vie che hanno messo in collegamento i due serbatoi di slurry strippato e da strippare.
31/07/99
Reparto CR1/3 – ore 2:30, incidente – Problemi di raffreddamento sulla colonna di purificazione dell’etilene C206. Inviati in torcia di circa 8 tonnellate di idrocarburi vari per una durata di 30 minuti.
05/08/99
Reparto CR1/3 – ore 11:45, incidente – Disinnesco della pompa di mandata dell’etilene verso La pipe line. Invio in torcia di 1 tonnellata ora di etilene il fenomeno è durata fino alle 13:30.
11/08/99
3V CPM S.p.A. – ore 12:00, incidente - fuoriuscita di o-toluidina dal serbatoio di stoccaggio D66 parzialmente contenuta dal bacino di contenimento e raccolta dai cunicoli di impianto in fogna segregata. Quantità stimata circa 40 mc. L’incidente ha coinvolto due operai durante le operazioni di bonifica che sono dovuti ricorrere a cure mediche.
12/08/99
Reparto CR1/3 – ore 10:00, manutenzione – Sostituzione del compressore di processo P201, possibile invio in fiaccolata di mix di idrocarburi. Fine operazioni ore 11e30.
12/08/99
Reparto CV22 – ore 9:45, incidente - Fuga di DCE (dicloroetano) da una tasca termometrica dei cracking B401E duranti le fasi di riavvio. L’azienda stima la fuga di DCE in circa 150 Kg, e la causa viene imputata alla cattiva realizzazione meccanica della tasca termometrica che si è rotta.
18/08/99
Reparto di produzione Butadiene – ore 18:15, incidente – Invio in torcia del reparto Cr1/3 di Enichem di Butano? dovuto alla fermata accidentale del compressore P101 per cause strumentali. Riavviato alle ore 19:15 . Viene inviato un fax alle ore 23e08.dichiarante fenomeno in esaurimento. Quantità dichiarata 10 tonnellate.
23/08/99
Reparto CR 20-23 – ore 8:00, manutenzione – Fermata ordinaria degli impianti Utilizzo delle torce con portata max di 4 tonnellate ora.
24/08/99
Reparto CR1/3 – Ore 16:55, incidente – Malfunzionamento del separatore DP205 con invio di liquido al serbatoio D2/a della società Ambiente. Il serbatoio ha sfiatato alla torcia di reparto.
24/08/99
Ambiente spa – Ore 16:55, incidente – per un malfunzionamento del separatore DP 205 del reparto CR 1-3 di Enichem, invio di liquido al serbatoio D2/A e relativo invio alla torcia B1 per 10 minuti di prodotto.
25/08/99
Reparto CR1/3 – Ore 10:30, incidente – Blocco del compressore P216 dell’etilene per anomalia al pressostato di minima pressione olio del variatore di giri ed invio in torcia di 8 tonnellate di etilene per 17 minuti.
26/08/99
Reparto CV25 – ore 18:00, incidente – Emissioni fuori dai limiti circa 9Kg di CVM dalla sezione di essicazione. Causa foratura dello scambiatore torbida da strippare e torbida già strippata.
30/08/99
Reparto CR1/3 – ore 8:00, manutenzione – Fermata ordinaria degli impianti. Utilizzo delle fiaccole con portata di 120 tonn/ora (smokeless 300t/h) per qualche ora per passare poi a 5 tonn / ora . La fermata è durata sino al 5/9/99.
01/09/99
Reparto CV23 – ore 12:30, manutenzione - Deviazione degli sfiati al camino E13 per procedere alla manutenzione del termocombustore relativo al camino E79. Durata delle operazioni circa 4 ore, l’impianto è a carico ridotto per minimizzare le emissioni.
06/09/99
Reparto AM4/6 – ore 13:50, incidente – Fuga di ammoniaca proveniente da una soluzione ammoniacale al 25%. Uscita provocata dalla rottura accidentale di un branchetto di spurgo della linea di trasferimento dal reparto al parco serbatoi. Spanto di circa 3 metri cubi di soluzione.
10/09/99
Reparto CV22 – ore 13:34, manutenzione - Fuori servizio dell’analizzatore CO (ossidi di carbonio) del camino E05. L’analizzatore è rimasto fuoriservizio fino al 17/09/99.
13/09/99
Reparto CV23 – ore 12:30, manutenzione - Deviazione degli sfiati al camino E13 per procedere alla manutenzione del termocombustore relativo al camino E79. Durata delle operazioni circa 4 ore, l’impianto è a carico ridotto per minimizzare le emissioni.
17/09/99
Reparto CV23 – ore 11:00, manutenzione – Manutenzione straordinaria dell’analizzatore sui fumi di combustione. Durata prevista del fuori servizio una settimana.
22/09/99
Reparto CS 28/30 – ore 8:37, incidente – Spargimento di soluzione di acido cloridrico al 20% da un accoppiamento flangiato. Sono pochissime le informazioni!
24/09/99
Reparto CV23 – ore 8, manutenzione – Pulizia e sostituzione del rompifiamma del termocombustore per circa 12 ore. Per minimizzare le emissioni, l’impianto marcerà a carico ridotto.
05/10/99
Reparto CR1/3 – ore 1:41, incidente – Principio d’incendio di un motore diesel collegato alle pompe mobili di alta pressione presso un’area adiacente al reparto SG31, utilizzata per il lavaggio delle apparecchiature durante la fermata del reparto cracking.
12/10/99
Reparto CR1/3 – ore 14:52, incidente – Principio di incendio alla vasca pompe nafta durante operazione di saldatura nel corso della manutenzione programmata. Spento dagli operatori di reparto, nessun danno a persone.
16/10/99
Reparto CR1/3 – ore 8, manutenzione – Riavvio degli impianti dopo la fermata ordinaria. Uso delle torce per 4 tonnellate ora con punte di 30 tonnellate ora. Durata fino al 24/10/99. Complessivamente quante sono state le emissioni???
25/10/99
Reparto CV 23 – ore 13:30, manutenzione - Pulizia e sostituzione del rompifiamma del termocombustore per circa 4 ore. Per minimizzare le emissioni, l’impianto marcerà a carico ridotto.
26/10/99
Reparto CR1/3 – ore 8, manutenzione – Riavvio degli impianti dopo la manutenzione generale con utilizzo delle fiaccole fino al 31/10/99. Anche qui non si riesce a sapere quante tonnellate complessivamente sono fuoriuscite.
27/10/99
Reparto CV 25 – ore 8:52, incidente - Emissioni fuori dai limiti – circa 12,5 Kg di CVM della sezione di essicazione (E25) Causa del mal funzionamento: manovra non corretta di chiusura di una valvola che ha permesso l’invio di slurry non strippato all’essicatore.
31/10/99
Reparto CV23 – Incidente, ore 22- Mancanza energia elettrica di stabilimento. Entrata in blocco del termocombustore e delle emissioni ad esso collegate. Riavvio alle ore 2.
31/10/99
Centrale Elettrica di Levante Edison spa – ore 21:58, incidente - Per cause non meglio definite disalimentazione di uno dei due trasformatori TrB della sezione 4. Come conseguenza mancanza di energia elettrica dello stabilimento petrolchimico.
31/10/99
Reparto CR1/3 – ore 22 ìncidente – Mancanza energia elettrica di stabilimento. Invio in torcia di 500 tonnellate di idrocarburi con portata max di 30 tonnellate ora. Conclusione alle 21 e 30 del 1/11/99.
03/11/99
Reparto CR1/3 – ore 18:05, incidente – Blocco del compressore P211 (ciclo frigo propilene). Invio in torcia di 100 tonnellate di idrocarburi. Conclusione il 20 del 3/11/99.
06/11/99
Reparto CR1/3 – ore 1:30, incidente – Durante le fasi di avviamento impianto anomalie alla colonna C205, invio in torcia di circa 950 tonnellate di mix di idrocarburi (etilene, etano, propilene) con portata max di 80 nei primi momenti. Conclusione del fenomeno alle 23:30 del 7/11/99.
11/11/99
Reparto CR1/3 – ore 12:35, incidente – Blocco del compressore P211 (ciclo frigo propilene). Invio in torcia di 30 tonnellate di idrocarburi, con portata max di 60 t/h. Conclusione ore 13:20 dell’11/11/99.
13/11/99
Reparto AC1 – ore 8, manutenzione – Fermata degli impianti AC1 e AC11, con invio in torcia di gas per le manutenzioni. Impianti riavviati il 10/12/99.
14/11/99
Reparto TD3 – ore 8, manutenzione – Forno inceneritore Peabody. Manutenzione generale biannuale.
19/11/99
Centrale Elettrica di Levante Edison spa – ore 6:19, incidente - Per causa dell’intervento della protezione Buchloz disalimentazione di uno dei due trasformatori TrB della sezione 4.
19/11/99
Reparto CR1/3 – ore 10, incidente – Invio in torcia di circa 200 tonnellate con portata max di 80 t/h. Conclusione alle ore 14 del 19/11/99.
23/11/99
Reparto CV22 – ore 17:10, manutenzione - Fuori servizio dell’analizzatore CO (ossidi di carbonio) del camino E05. L’analizzatore è rimasto fuoriservizio fino al 30/11/99.
22/12/99
Reparto CR1/3 – ore 10, manutenzione – Fermata del compressore P291 di recupero dei gas immessi nel collettore di torcia per circa un’ora. Viene giudicata dall’azienda una modesta quantità di gas ???
25/12/99
Reparto PR16/19 – ore 6:27, incidente – Spargimento di oleum da un accoppiamento flangiato della valvola di ingresso al serbatoio 11T37 durante la fase iniziale di trasferimento oleum 115. L’azienda dichiara una modesta quantità di ossidi di zolfo dispersi.